Il liberalismo alla soglia del millennio.

Le opere d’arte a Motta San Giovanni non sono molte, soprattutto a causa dei rovinosi terremoti che si sono susseguiti negli ultimi secoli. Ma le poche opere che ci sono pervenute documentano bene la storia del paese.

Il Castello di Santo Niceto costituisce forse in Calabria l’unico complesso militare pre-normanno (X secolo) nello stato attuale quasi integro. Sono eloquenti i resti delle torri di guardia e della cinta muraria, di una cisterna e delle abitazioni dei funzionari. Intorno alla fortificazione vi sono diverse chiesette bizantine distrutte, una di queste che possiede ancora parte dell’abside, ha un affresco del Cristo Pantacratore.

In seguito ai recenti scavi archeologici effettuati al castello, vengono riportate le relazioni sulle indagini e scoperte effettuate:

PRIME INDAGINI NELLA FORTEZZA MEDIEVALE DI
SAN NICETO (MOTTA SAN GIOVANNI
REGGIO CALABRIA)

LE SEPOLTURE DI SAN NICETO
(MOTTA SAN GIOVANNI, RC)

CERAMICHE INVETRIATE DAL
‘CASTRUM’ DI SAN NICETO (RC)

Nella chiesa di San Giovanni Evangelista, che è il protettore di Motta, esiste una statua in marmo cinquecentesca del Patrono attribuita alla scuola del Gagini, ipotesi avvalorata da più esperti e studiosi.

Nell’antica chiesetta della Confraternita del Leandro, di chiara tipologia basilana, esiste una statua marmorea della Madonna con il Bambino del XVI secolo (Fig 2) anch’essa della scuola del Gagini, che poggia su un piedistallo adornato da bassorilievi che rappresentano scene dell’annunciazione. Si possono trovare anche diversi reperti di quel periodo come una campana, un lavabo e l’altare intarsiato.

Di più recente costruzione è il Palazzo Spinelli. Era la residenza di campagna della omonima famiglia. Risale alla seconda metà del XIX secolo. L’edificio di notevoli dimensioni si mostra ben costruito pur avendo perso la copertura e parte dei solai lignei. E’ in stato di abbandono da molti anni ma esiste un progetto che ne prevede il recupero come Centro Studi di Educazione Ambientale per l’Area Mediterranea.