Nasce il Gruppo Consiliare di Forza Italia nel comune di Motta San Giovanni.

Motta San Giovanni – A meno di due mesi dalle elezioni amministrative, la minoranza nel Consiglio Comunale di Motta San Giovanni, rappresentata fino ad ora dal solo gruppo “Progresso e Tradizione” subisce una frattura.

Il consigliere comunale Antonino Verduci, eletto appunto nella lista civica Progresso e Tradizione, ha comunicato al sindaco Giovanni Verduci di costituirsi nel gruppo consiliare autonomo di Forza Italia. In un comunicato, il Coordinamento Comunale di Forza Italia ha reso noto che “dopo aver contribuito in modo determinante alla nascita dell’Unione Civica Progresso e Tradizione e condotto, in piena sintonia, una battaglia politico-amministrativa, comunque esaltante, che ha fatto rinascere nel Comune di Motta San Giovanni il gusto per la politica, Forza Italia riprende, pur nell’ambito della minoranza, la propria autonomia di azione, che, bandendo ogni forma di sterile polemica, sarà indirizzata ad un positivo contributo per il rilancio della nostra comunità”. Molto aveva fatto discutere, al momento della presentazione delle liste, il fatto che lo schieramento civico “Progresso e Tradizione”, avesse scelto, quali candidati, esponenti della locale sezione dei DS ed esponenti del Club di Forza Italia. Il candidato a sindaco, dott. Antonino Mallamaci aveva cercato di smorzare le critiche facendo notare, nei vari comizi elettorali, che la sua era semplicemente una lista civica, che il collante tra i vari candidati era rappresentato da un’idea della politica come servizio alla e per la collettività e che lo spirito di squadra avrebbe rappresentato quel quid pluris necessario per realizzare ogni obbiettivo.

Parvenza dell’attuale crisi si era avuta nell’ultimo Consiglio Comunale quando, al momento di nominare il consigliere di minoranza alla Comunità Montana “Versante dello Stretto”, al designato Pedà veniva a mancare uno dei quattro voti disponibili (voto poi riportato dallo stesso Verduci).